Restauro

Guarda il Filmato!

Lavori di restauro e recupero.

Quando ci si trova davanti ad un mobile, ad un vecchio portale, ad una sedia da restaurare la prima domanda che mi faccio è sempre la stessa:
"Da dove viene? ...Che vita ha vissuto …Dove è stato in tutti questi anni? …è una sensazione difficile da descrivere
...credetemi, non sono smancerie! Questi oggetti possono raccontarci davvero molte cose.
Ma entriamo nel dettaglio: ora cercherò di illustrare le principali fasi di restauro di un manufatto:

PULITURA

È una delle primissime fasi. Non deve andare troppo in profondità per non compromettere la patina del legno, quindi va fatta con prodotti adeguati e, se necessario, l'antitarlatura.

FALEGNAMERIA

Una volta pulito si prosegue nella fase (se necessaria) della falegnameria, cioè la ricostruzione di tutte quelle parti mancanti che il tempo si è portato via:parti di cornice, spezzoni di fianchi o coperchi, cassetti e altro ancora.

Secondo la filosofia conservativa del restauro, è necessario recuperare salvando il più possibile per non falsare l'originalità dell'oggetto, ed è proprio per questo che ritengo indispensabile accostare solo legni della medesima epoca.

LUCIDATURA

La parte finale è dedicata alla lucidatura, eseguita generalmente con prodotti compatibili con l'epoca e con la finitura del manufatto che stiamo recuperando. Sostanzialmente gommalacca, che va stesa con un tampone, come una volta, fino a rendere omogenea la superficie da lucidare, e cera d'api, che viene stesa con un panno per essere poi strofinata con della lana per dare lucentezza.